VPS: Virtual Private Server
Il Blog di Hosting SolutionsBlog Facebook G+ Twitter Instagram YouTube

VPS

Funzionamento dei Server Virtuali di Hosting Solutions

Dopo la sottoscrizione del servizio, il server virtuale viene attivato all'interno del cluster VMware di Hosting Solutions, assegnando il numero di core CPU, la loro frequenza minima e massima, la RAM, la banda e installando il sistema operativo a esclusivo uso del server VPS attivato. Il nuovo server, al quale si accede come ad un server dedicato fisico, potrà ospitare siti o applicativi garantendo prestazioni e stabilità di alto livello, grazie alle specifiche caratteristiche dell'infrastruttura VMware.

Differenze rispetto a soluzioni alternative ad Hosting Solutions

Esistono varie tipologie di infrastruttura per realizzare dei VPS, che si distinguono tra loro in base a come condividono hardware e/o software.

Molte soluzioni prevedono l'utilizzo di server su cui è installato un sistema di virtualizzazione che mette in condivisione sia l'hardware (CPU, RAM) che il sistema operativo (es. Virtuozzo). In questo caso il server VPS è vincolato al sistema operativo ospitante, ovvero non è possibile modificare la versione in uso, né applicare aggiornamenti.
Altre soluzioni sono costruite su sistemi di virtualizzazione che non prevedono la condivisione del sistema operativo, ma che condividono una risorsa hardware comune (tipicamente un server fisico). In questo caso il VPS è soggetto al carico del server che a seconda del momento può essere tale da ridurre in maniera significativa le prestazioni del VPS.

I VPS proposti da Hosting Solutions fanno parte di un'infrastruttura composta da un insieme di server (cluster). Il cluster è configurato in modo da aumentare le risorse in base alla necessità e permette l'aggiunta di nuovi server o apparati di storage a caldo cioè senza alcuna interruzione del servizio. Anche le fasi di manutenzione ordinaria, come l'aggiornamento del sistema o la gestione di guasti, non provocano alcuna interruzione ai server VPS in quanto il sistema VMware trasferisce i VPS da un server all'altro in caso di manutenzione. Inoltre, grazie alla funzionalità DRS (Distributed Resource Scheduler), il sistema distribuisce il carico dei VPS ottimizzandolo fra i server.

I VPS di Hosting Solutions sono configurati allocando un quantitativo di risorse tale da garantirne costantemente il funzionamento, pertanto il numero di VPS per server fisico è limitato: superato questo limite, infatti, viene aumentato il numero dei server fisici. Nel caso di guasti come rottura di dischi, banchi di RAM, alimentatori, ventole, schede di rete, il servizio non viene interrotto e anche l'evento più critico, come un guasto alla motherboard di un server (ad oggi mai verificatasi), provocherà come unico effetto il riavvio automatico dei VPS su un altro server.

Il sistema operativo installato su un server VPS, e la relativa versione, viene scelto dal cliente che può aggiornarlo in ogni momento.

Hardware

Per la fornitura dei server virtuali, Hosting Solutions impiega un cluster di server della serie DELL PowerEdge, con processori Intel Xeon Quad-core di ultima generazione. L'alimentazione e la connettività sono ridondati, le ampie risorse di storage su apparati NetApp consentono di assegnare dinamicamente qualsiasi spazio disco, con possibilità di backup esterno su appositi server.

L'architettura è ulteriormente potenziata grazie all'impiego di server specializzati, tra cui i server di posta e server database dedicati, predisposti per ospitare in modo opzionale caselle email o database esterni.

Vantaggi dell'hardware dedicato e distribuito

L'hardware dedicato dei server virtuali Hostings Solutions permette di avere risorse di sistema sempre disponibili per ciascun VPS: in questo modo sono annullati gli effetti potenzialmente dannosi delle architetture condivise. Avendo risorse di memoria e di CPU allocate in modo esclusivo, funzionamenti anomali di altri server VPS presenti sullo stesso server fisico non provocheranno alcun tipo di rallentamento o deficit di prestazioni.

Su un server virtuale è possibile installare qualsiasi applicativo, incluso server di database (MySQL è preinstallato nei VPS Linux). Anche se tecnicamente possibile, sconsigliamo l'installazione di un server di posta in quanto, oltre a richiedere un'elevata competenza sistemistica ed un monitoraggio full-time, necessita di hardware e connettività specifica. Consigliamo, a tal fine l'attivazione di servizi specifici legati al singolo dominio, come dominio + 5 email oppure Mail Server nel caso di più domini.

Elementi di amministrazione

A differenza dei piani hosting condivisi, su un server virtuale è possibile installare applicativi di terze parti in quanto l'accesso è riservato ad un singolo utente che quindi ha la possibilità di gestire in autonomia le risorse dedicate del proprio server. In particolare, accedendo come root via ssh (nel caso dei server Linux) o come Administrator via MSTS (nel caso dei server Windows), si ottiene il controllo completo sul sistema operativo e sugli applicativi installati.

Come aggiungere i domini al proprio VPS

Con ogni VPS è incluso un nome a dominio a scelta al quale associare 5 caselle di posta da 2 GB ciascuna, gestibili tramite un pannello di controllo ed ospitate su server di posta separati dal proprio VPS. Sarà possibile aggiungere illimitati domini sul proprio VPS, acquistando servizi di registrazione domini con o senza posta.

  • Nel caso di aggiunta di un sito web (dominio) senza servizio email, è possibile sottoscrivere il servizio di Registrazione dominio e impostare attraverso il pannello di controllo i record DNS, in modo tale che puntino all'indirizzo IP del proprio VPS, attivando il sito web ed eventuali utenti FTP.
  • Nel caso di aggiunta di un sito web (dominio) con servizio email, è possibile sottoscrivere il servizio Dominio + email che, oltre alla registrazione o trasferimento del dominio offre anche caselle email da 2 GB su un server di posta dedicato. Tramite il pannello di controllo è possibile impostare i record DNS, in modo tale che puntino all'indirizzo IP del proprio VPS, attivando il sito web ed eventuali utenti FTP.
  • Nel caso si desideri aggiungere un elevato numero di siti web (domini) che utilizzano caselle di posta, è consigliabile acquistare separatamente le registrazioni dei nomi a dominio e un Mail Server Dedicato.

Per aggiungere un sito web al proprio VPS Linux, consultare la guida Come aggiungere un sito nel proprio VPS Linux.

Backup

A partire dai server Gold, i VPS Hosting Solutions includono un servizio di backup (25 GB), il Backup Standard, da attivare a richiesta e che viene effettuato automaticamente con frequenza giornaliera. Per soluzioni ad hoc o per ampliare la disponibilità dello spazio di backup, sono disponibili nel listino le soluzioni di Storage OnLine, i servizi Smart Storage.

Assistenza

I server virtuali sono monitorati 24 ore su 24 in modo proattivo. È possibile contattare il supporto telefonicamente, negli orari di ufficio, o via ticket o posta elettronica in qualsiasi momento del giorno.

Modalità d'uso

I contenuti dei server virtuali sono sotto il completo controllo del cliente. L'accesso a livello root o Administrator verrà attivato e fornito al momento dell'attivazione del servizio. Il cliente può cambiare questi dati di accesso per avere accesso esclusivo. Lo staff di Hosting Solutions non accederà né allo spazio né agli applicativi del Cliente, se non per l'esecuzione delle procedure di backup, secondo il piano definito con il cliente. Per motivi di sicurezza, il servizio viene rilasciato con il solo accesso amministrativo. Il cliente può così scegliere se e quali configurazioni firewall aggiungere inviando la richiesta via ticket allo staff di Hosting Solutions.